PREMIO DI PADRE IN FIGLIO – DODICESIMA EDIZIONE.

XII edizione Premio “Di padre in figlio – Il gusto di fare impresa”: aperte le candidature! 

Promosso da Credit Suisse e KPMG, con il contributo di Mindiful Capital Partners  e il supporto scientifico della LIUC Business School, il Premio si rivolge a tutti quegli imprenditori appartenenti almeno alla seconda generazione, alla guida di aziende famigliari con sede legale in Italia e con un fatturato superiore a 10 milioni di euro.

Giunto oggi alla XII edizione, nel corso degli anni il Premio ha raccolto, esaminato e valorizzato migliaia di storie e percorsi di passaggi generazionali di successo – negli anni sono passati sul palco dei vincitori nomi del calibro di Rana, Bauli, Beretta – dove “la passione all’intrapresa” dei genitori ha permesso ai figli di esaltare e garantire la continuità dell’attività. Un traguardo che in questo particolare momento storico assume una valenza particolare per l’entità delle sfide che le imprese sono chiamate ad affrontare.

La candidatura è libera e rivolta agli imprenditori che abbiano avuto la capacità, l’attenzione e la dedizione nel proseguire e valorizzare il lavoro dei propri genitori subentrando alla guida operativa e strategica dell’impresa, garantendone il successo e la continuità. Potranno candidarsi imprenditori di società, almeno alla seconda generazione, con sede legale in Italia e che abbiano un fatturato maggiore o uguale a 10 milioni di euro. È richiesto che né l’imprenditore, né l’impresa siano soggetti a procedure concorsuali, azioni esecutive o protesti.

L’edizione passata ha visto come vincitore assoluto Lavazza Group, che giunta ormai alla terza e quarta generazione è un ottimo esempio di passaggio generazionale di successo. L’azienda dispone di un piano industriale formalizzato e realizza all’estero il 70% del fatturato, che si attesta su una cifra totale di 2,1 miliardi di euro

Spetterà alla Giuria, costituita da noti esponenti del panorama economico-finanziario, accademico e istituzionale Italiano, il compito di vagliare le candidature con l’obiettivo di giungere alla nomina degli otto finalisti e del vincitore finale, effettuando una valutazione sulla base delle capacità operative degli imprenditori selezionati, dal momento in cui essi siano subentrati alla guida dell’impresa familiare.

LA GIURIA

Vicepresidente Confindustria con delega al Capitale umano

Presidente AIFI e FeBAF

Direttore generale Aifi

Amministratore Delegato Eric Salmon & Partners Italia

Direttore de Il Sole24 Ore e Presidente della giuria del Premio Di padre in figlio